Greenpeace

La foresta in un vasetto di Nutella?

Secondo Greenpeace, la Ferrero dimostrerebbe uno scarso interesse per la distruzione delle grandi foreste primarie.

CONDIVIDI: Condividi su Facebook Condividi su Ok Notizie Condividi su Fai Informazione Condividi su del.icio.us Condividi su Twitter Condividi su Digg Condividi su Technorati Condividi su Google


Foto di Greenpeace/Gisone
Greenpeace ritiene che le risposte di Ferrero continuino a dimostrare uno scarso interesse per una delle pi¨ gravi crisi ambientali del momento.

Negli ultimi mesi Greenpeace in pi¨ occasioni (documentabili) ha presentato all'attenzione di tutti i membri della RSPO, Ferrero inclusa, delle prove inconfutabili sulla distruzione delle ultime foreste indonesiane a causa dell'espansione delle coltivazioni di olio di palma.

Nonostante la RSPO esista dal 2002, non c'Ŕ ancora sul mercato un olio di palma certificato mentre la distruzione delle foreste continua a ritmo serrato.


Foto di Greenpeace/Gisone
Secondo la RSPO, inoltre, si possono considerare certificabili anche produzioni controllate solo in alcune loro parti definendo sostenibili le produzioni di compagnie che distruggono le foreste e/o ignorano i diritti delle comunitÓ che le abitano.

Perfino Patrick Cescau, presidente della RSPO ed amministratore delegato della Unilever ha recentemente ammesso i limiti della RSPO nel garantire la sostenibilitÓ della produzione dell'olio di palma in Indonesia ed ha aderito all'appello lanciato da Greenpeace per sostenere un'immediata moratoria sulla coltivazione della palma da olio in foreste pluviali e torbiere indonesiane.

Cosa aspetta il produttore di Nutella a fare altrettanto?

2 Giugno 2008 - Scrivi un commento
Ti ´┐Ż piaciuto questo articolo? Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter!

E-mail
Arianna Editrice
Macro Credit
Mappa Mondo Nuovo
IN VETRINA
Lo scorso 24 maggio Ŕ partita la nuova spedizione di Greenpeace verso l'Arcipelago delle Svalbard, nel mar Glaciale Artico, in collaborazione con una troupe di scienziati dell'istituto di ricerca tedesco IFM-GEOMAR, che studierÓ i problemi legati all'acidificazione dei mari, ai cambiamenti climatici e all'intensificazione della pesca industrializzata.
SITO UFFICIALE
PAROLE CHIAVE
LIBRI CONSIGLIATI
Mutamenti Climatici

Quante volte abbiamo ascoltato con una punta di scetticismo chi ci parlava di mutamenti di clima?Eppure negli...
Continua...
Fermiamo Mr. Burns

1987: con un referendum abrogativo gli italiani dicono NO al nucleare.2007: nonostante la decisione del...
Continua...
Risparmiare sui Consumi

Risparmiare energia, ridurre i consumi, riciclare correttamente i rifiuti: ecco una guida agile per...
Continua...
Ecologia Profonda

In questo libro vengono distinti per chiarezza due tipi di ecologia: una “ecologia di...
Continua...
Terra il Pianeta Prezioso

Inquinamento, deforestazione, mutamenti climatici, animali in via di estinzione... Proteggere la Terra non...
Continua...
ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI
LINK ESTERNI
ARTICOLI CORRELATI
ULTIMI COMMENTI
gian_paolo ha commentato l'articolo Nucleare e salute, un'altra ragione per dire no
carlo ha commentato l'articolo Quel che resta del Polo
linda maggiori ha commentato l'articolo Latte materno, diossine e Pcb
Simone ha commentato l'articolo Prahlad Jani, l'asceta che si autoalimenta da 74 anni
grazia ha commentato l'articolo Orti urbani: sostenibilitÓ e socialitÓ